Mary Whiton Calkins, la psicologa rifiutata da Harvard in quanto donna

Mary-Whiton-Calkins-psicologa-rifiutata-da-Harvard-perche-donna-Paola-Coacci-psicologa-psicoterapeuta-Pesaro

A metà del 1890 Mary Whiton Caulkins aveva tutti i requisiti per ottenere un PhD (dottorato di ricerca) in Psicologia ad Harvard, ma l’università si rifiutò di concederglielo in quanto donna.

Mary Whiton Calkins diventerà poi la prima donna Presidente della American Psychological Association. 


Mary Whiton Calkins era pronta per una carriera accademica prima che il mondo patriarcale del tardo Novecento fosse pronto per lei.

Dopo aver ottenuto una laurea in lettere e filosofia nel 1882 allo Smith College cominciò ad insegnare greco al Wellesley College. Si scoprì interessata al nascente campo della psicologia e nel tardo 1880 le fu concesso di assistere ad alcuni seminari ad Harvard (all’epoca una istituzione solo per maschi), inclusi quelli proposti da William James e Josiah Royce. Mary Calkins fu in effetti l’unica studentessa del corso di laurea di James nel 1890, l’anno in cui pubblicò il famoso “Principles of Psychology”. Lavorerà poi nel laboratorio di Hugo Münsterberg dal 1892 al 1895. 

Dei suoi studi con James, Mary Calkins scriverà nella sua autobiografia:

“I Principi della Psicologia erano caldi di stampa ed il mio studio di quei volumi brillanti, eruditi e provocativi, nell’interpretazione del loro autore, furono la mia introduzione alla psicologia. Quello che ho ottenuto da quelle pagine scritte, ed ancora più da discussioni viso a viso furono, per quello che mi sembra ora ripensandoci, più di ogni altra cosa un senso vivido della concretezza della psicologia e dell’immediata realtà delle “menti individuali definite”, con i loro “pensieri e sentimenti”. Gli insulti di James sulla “fallacia dello psicologo”, la “confusione del suo personale punto di vista con quello del con quello del fatto mentale del quale sta facendo una relazione”, risultano direttamente dalla sua visione dell’introspezione come esperienza immediata e non mera inferenza dall’esperienza”

(Calkins, 1930, p. 31)

Mary Calkins ha ottenuto tutti i requisiti per un dottorato di ricerca ad Harvard con lode ed ha scritto la sua dissertazione sulla memoria, per la quale ha sviluppato il paradigma delle coppie associate, uno degli strumenti classici per lo studio della memoria.

Nel 1896 Münsterberg ha scritto al presidente di Harvard che Mary Calkins era “una delle migliori professoresse di psicologia della nazione”. Un comitato di sei professori, incluso James, votò unanimemente che Mary Calkins aveva soddisfato tutti i requisiti per l’ammissione, ma le fu rifiutato un dottorato di ricerca in quanto donna. Più avanti le verrà offerto un dottorato di ricerca sotto il nome del “Radcliffe College” (all’epoca, il nome del college femminile associato ad Harvard) ma lo rifiutò

Questa battuta d’arresto non bloccò gli studi di Mary Calkins. Iniziò ad insegnare psicologia al Wellesley College e stabilì il primo laboratorio di psicologia in un college femminile americano. Nel 1898 Mary Calkins fu eletta prima presidente della American Psychological Association. 

Sarà poi autrice di numerosi testi e terrà numerose conferenze lungo la sua illustre e decennale carriera nella psicologia.

Fonti

Boatwright, K.J. & Nolan, B.B. (2005).  Executive summary: Proposal for a posthumous degree for Mary Whiton Calkins, the “Mother of Psychology”: Archival evidence demonstrating completion of doctoral requirements for the Harvard doctoral degree.  Kalamazoo, MI.

Calkins, M.W. (1930).  Autobiography of Mary Whiton Calkins.  In Murchison, Carl [Ed.] History of Psychology in Autobiography Vol. 1, pp. 31-61.  Worcester, MA:  Clark University Press.

Furumoto, L. (1979).  Mary Whiton Calkins (1863-1930), Fourteenth President of the American Psychological Association.  Journal of the History of the Behavioral Sciences, 15, 346-356.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *